PM --> HOME PAGE ITALIANA --> ARGOMENTI ED AREE --> NOVITÁ --> PSICOTERAPIA - DOCUMENTI E COMUNICATI

PSYCHOMEDIA
TERAPIA NEL SETTING INDIVIDUALE
Psicoterapia - Documenti e Comunicati



Psicopolitica delle elezioni anticipate: conversazione con Franco Di Maria

Maurizio Mottola


Ripubblicato su Psychomedia da "Agenzia Radicale"


In occasione di crisi politiche e di elezioni anticipate ci si rende conto dei limiti dei comuni strumenti di analisi, che forniscono il più delle volte letture incomplete e ripetitive; a Franco Di Maria, ordinario di Psicologia Dinamica all'Università degli Studi di Palermo, condirettore della rivista Psicologia di Comunità e componente della Commissione del Ministero dell'Università e della Ricerca (MUR) per la valutazione dell'idoneità delle scuole di formazione in psicoterapia, abbiamo posto alcune domande.

Domenica 13 e lunedì 14 aprile 2008 ci sono le elezioni politiche anticipate: quale lettura dà l'approccio psicopolitico delle elezioni anticipate?
Sullo sfondo emerge con forza il tema della responsabilità. questo il nodo centrale ! Le elezioni anticipate sono il segno dell'incapacità, inettitudine, pavadità della classe politica ad assumersi quella responsabilità che, istituzionalmente, è stata affidata dagli elettori, mediante il voto, di operare scelte, se necessario anche impopolari. Dal punto di vista psicosociale possiamo affermare che alla presenza di uno o più conflitti che andrebbero governati e negoziati nelle sedi istituzionali (il Parlamento), si preferisce esportarli per liberarsene chiamando il cosiddetto popolo sovrano a prendere decisioni che la classe politica non intende assumere (per opportunismo, insipienza, dinamiche di potere, eccetera). La tecnica dell'esportazione del conflitto consente di lavarsi le mani di pilatesca memoria. Esportare il conflitto consente di bonificare le dinamiche conflittuali interne della classe politica, nevrotizzando la gente comune chiamata a prendere decisioni "al posto di ...".

In genere le emozioni non hanno molta considerazione in ambito politico: se le emozioni sono delle risposte sociobiologiche di adattamento, come mai le analisi psicopolitiche sono poche diffuse e ad esse non viene dato molto rilievo? La politica è una dimensione della convivenza profondamente emozionale ! Il fatto che le emozioni vengano scotomizzate o negate ha un significato esclusivamente difensivo. Ci si difende dalle emozioni in quanto ritenute e vissute come vicende non controllabili a differenza della ragione ritenuta, a torto, come regolatrice neutra delle relazioni. E poi di quale emozione parliamo ? Le emozioni attinenti alla propria sfera privata (la famiglia, gli amici) o le emozioni che attraversano la polis (solidarietà, rispetto dell'alterità, eguaglianza) ? Ma davvero (ad esempio l'ultimo discorso di Mastella al Senato) dobbiamo sempre scegliere tra le emozioni private e quelle attinenti alla polis ? Un grande dramma nel quale viviamo ancora oggi è che è mancata e manca una vera e seria educazione al sentire e vivere le emozioni, un'educazione che aiuti a dare senso al mondo emozionale non contrapposto e non in rotta di collisione con il mondo razionale.

Come viene considerato l'astensionismo secondo l'approccio psicopolitico? L'astensionismo può essere considerato indicatore di una condizione psicologica di confusione e sfiducia. Con-fusione nel senso di essere così fusi con (una sorta di stato simbiotico), da non essere in grado di prendere la distanza emozionale necessaria per operare scelte. come chiedere ad un bambino se vuole più bene al papà o alla mamma ! Se preferisce vivere all'interno del codice materno o di quello paterno. Sfiducia come sentimento di impotenza e fragilità di fronte ad un potere vissuto come coattivo e totemico. Ed, infine, un sentimento di preoccupazione ed inadeguatezza (scarsa stima di sé) nella percezione del proprio potere di influenzamento nel determinare scelte politiche realmente orientate ad accrescere il benessere della collettività e non soltanto quello della casta.



PM --> HOME PAGE ITALIANA --> ARGOMENTI ED AREE --> NOVITÁ --> PSICOTERAPIA - DOCUMENTI E COMUNICATI