PM - HOME PAGE ITALIANA TESI

PM-TP
PSYCHOMEDIA
Tesi

Tesi di Laurea di Mariapia Taddeo

Diagnosticare la depressione attraverso l'arte
Un'indagine clinica: disturbo bipolare VS disturbo distimico


Capitolo I: "Draw a Story: screening for depression"



INTRODUZIONE AL TEST
La pittrice e atre-terapista Rawley Silver ha recentemente pubblicato un libro intitolato "The Silver Drawing Test and Draw a Story": una riedizione dei suoi precedenti lavori in cui aveva già presentato alcuni strumenti di valutazione psicologica basati sull'arte.
I tests presentati dalla Silver hanno origine da una lunga esperienza di arte-terapia con soggetti aventi deficit linguistici, uditivi, di apprendimento o con disturbi emotivi. Vari sono i presupposti di questi tests: innanzitutto l'arte è considerata un'indispensabile strumento di comunicazione che permette di esternare pensieri o sentimenti troppo difficili da comunicare a parole, inoltre attraverso le comunicazioni visive, oltre che con quelle verbali, si possono avere importanti informazioni cognitive ed emotive. Anche se tradizionalmente si tendono ad effettuare valutazioni tramite le parole, lo stesso risultato si può ottenere utilizzando test che si basano su immagini: il "Silver Drawing Test of Cognition" e il " Draw a Story: screening for depression " ne sono un esempio.
Nei suoi test, Silver utilizza come stimoli di partenza, dei disegni in grado di suscitare risposte che offrono un accesso diretto alle fantasie, agli stati d'animo e agli atteggiamenti del soggetto verso se stesso e verso gli altri ; ogni soggetto tende a percepire ed interpreta in modo differente uno stesso stimolo disegnato, in base alle proprie esperienze passate.

A COSA SERVE IL TEST
Un disturbo psicologico che può essere diagnosticato con i disegni è la depressione la quale spesso si esplicita con immagini di morte o di violenza. Ecco perché negli Stati Uniti, il test "Draw a Story: screening for depression" è utilizzato come strumento per identificare i soggetti a rischio di questa patologia; il test si basa sul presupposto che risposte fortemente negative ai compiti di disegno, possono riflettere malattie depressive e ciò è stato anche confermato dai follow-up successivi.

COME SI SOMMINISTRA IL TEST
Il test " Draw a Story " può essere somministrato sia individualmente sia collettivamente; la somministrazione individuale è infatti raccomandata per bambini e adulti che potrebbero avere difficoltà di comprensione e per soggetti che hanno un età inferiore ai 7 anni.
Questo test può essere utilizzato con tutti i soggetti che hanno un età minima di 5 anni fino all'età adulta senza limiti massimi di età.
Non sono previsti limiti alla durata della somministrazione anche se in media, la maggior parte dei soggetti completa il test in 15 minuti.
Il " Draw a Story " è un test proiettivo che consiste nel presentare al soggetto esaminato, due gruppi di stimoli ossia disegni che rappresentano oggetti, persone, animali e luoghi. Il test è costituito da due prove: la prova A e la prova B, quindi per ciascuna prova si presenterà al soggetto un set di 14 stimoli tra i quali ne deve scegliere due, immaginare qualcosa che accade tra questi due soggetti, e poi disegnare la storia immaginata.

TAB. 1: stimoli da presentare per la prova A



TAB. 2: stimoli da presentare per la prova B



la somministrazione del test, al soggetto vengono forniti due fogli, rispettivamente uno per la prova A, l'altro per la prova B, in cui sono tracciati i riquadri entro i quali disegnare e delle righe per scrivere la storia.
Chiaramente l'esaminando dispone anche di matita e gomma per cui può correggere le sue risposte.
Prima dell'inizio del test è utile che l'esaminatore dia al soggetto delle indicazioni: innanzitutto è necessario ricordare che non è importante avere ottime abilità artistiche, si devono semplicemente esprimere le proprie idee. Il soggetto è libero di scegliere e cambiare gli stimoli presentati, di aggiungere propri simboli e metafore, di esternare completamente i propri pensieri e sentimenti.
L'esaminatore deve essere il più possibile supportivo e incoraggiante: deve preparare il soggetto ad una piacevole esperienza di riflessione.
Durante l'esecuzione del disegno è utile minimizzare la discussione ed evitare le interruzioni che potrebbero distrarre il soggetto.
Quando il disegno è terminato se il soggetto è in grado, deve scrivere brevemente, nelle apposite righe presenti nel foglio, la storia che ha voluto rappresentare, scegliendo anche un titolo per il proprio disegno; qualora invece il soggetto non fosse nelle condizioni di poter scrivere, potrà raccontare la storia all'esaminatore che la riporterà fedelmente. Nella parte finale della somministrazione si darà avvio ad una discussione per chiarire il significato intenzionale e non intenzionale di ciò che il soggetto ha rappresentato; per esempio è utile chiedere perché ha scelto quegli stimoli per il proprio disegno, che emozioni stanno provando gli elementi disegnati, cosa stanno pensando, cosa era accaduto prima e cosa potrà accadere dopo a questi protagonisti. Durante la discussione si chiede quale stato d'animo tra molto felice, normale, arrabbiato, triste, spaventato, è quello che rappresenta meglio i suoi sentimenti.
Lo stesso procedimento di somministrazione vale sia per la prova A sia per la prova B.

LO SCORING DEL TEST
Il test " Draw a Story " è uno strumento in grado di evidenziare dai disegni riprodotti, i soggetti con disturbo depressivo; per questo motivo si esaminano quattro variabili :
- contenuto del disegno,
- uso dello spazio,
- uso dei dettagli,
- stato d'animo.
A ciascuna di queste variabili si attribuisce un punteggio compreso tra 1 e 5 in base ad alcuni aspetti del disegno; sono infatti presenti delle scale di seguito riportate, che guidano in questa operazione di scoring.
Alla variabile contenuto del disegno il punteggio viene attribuito in base alla negatività o positività rappresentata nel disegno. Ecco la scala:

1 PUNTO: forte negatività
- soggetti che sono tristi, isolati, senza speranze o in un pericolo mortale
- relazione che è distruttiva, mortale o minacciosa

2 PUNTI: moderata negatività
- soggetti che sono frustrati, intimoriti da qualcuno o da qualcosa, sfortunati
- relazione che è stressante o ostile

3 PUNTI: livello intermedio
- soggetti o relazioni che sono contemporaneamente negative e positive, ambivalenti o conflittuali
- soggetti o relazioni che sono ambigue o non chiare
- soggetti o relazioni che sono prive di emozioni, né positive né negative; non sono espressi sentimenti relativi ai soggetti o alle relazioni disegnate

4 PUNTI: moderata positività
- soggetti che sono fortunati ma passivi
- relazione che è amichevole

5 PUNTI: forte positività
- soggetti che sono felici o attivi
- relazione di cura o di amore.

Alla variabile uso dello spazio il punteggio viene attribuito in base all'area che il soggetto ha utilizzato per il proprio disegno; sul foglio che gli viene fornito infatti è presente un riquadro e in funzione dello spazio occupato si procede allo scoring. La scala di riferimento è la seguente:

1 PUNTO:
- meno di un quarto dello spazio occupato dal disegno

2 PUNTI:
- meno di un terzo dello spazio occupato dal disegno

3 PUNTI:
- circa metà dello spazio occupato dal disegno

4 PUNTI:
- circa due terzi dello spazio occupato dal disegno

5 PUNTI:
- l'intero spazio è occupato dal disegno.

La variabile uso dei dettagli si riferisce alla presenza o meno nel disegno, di idee o modifiche apportate agli stimoli presentati. La scala che permette di attribuire i punteggi è la seguente:

1 PUNTO:
- figure copiate senza aggiunta di dettagli

2 PUNTI:
- pochissimi nuovi dettagli e/o cambiamenti apportati

3 PUNTI:
- moderata aggiunta di dettagli

4 PUNTI:
- molti dettagli aggiunti i quali sono moderatamente originali o espressivi

5 PUNTI:
- molti dettagli aggiunti i quali sono molto originali ed espressivi.

I punteggi alle tre variabili precedentemente esaminate, si attribuiscono in base alle caratteristiche del disegno; per quanto concerne invece la quarta variabile, ossia lo stato d'animo, il punteggio si basa sulla risposta data dall'esaminato nella domanda finale, posta durante la discussione subito dopo la somministrazione del test. Anche in questo caso è riportata la scala che contieni i criteri per l'attribuzione del punteggio:

1 PUNTO:
- il soggetto si sente triste

2 PUNTI:
- il soggetto si sente arrabbiato o spaventato

3 PUNTI:
- risposta del soggetto non chiara

4 PUNTI:
- il soggetto si sente normale

5 PUNTI:
- il soggetto si sente molto felice.

In base a quanto esposto, punteggi molto bassi pari a 1 o 2, sono attribuiti a disegni che esprimono forte negatività, che occupano solo una piccola porzione dello spazio a disposizione, che non aggiungono molti dettagli e a soggetti che riferiscono di essere tristi, arrabbiati o spaventati. Questi sono gli aspetti che caratterizzano i disegni realizzati da soggetti depressi o a rischio di depressione. molto frequente invece attribuire punteggi pari a 4 o 5 a soggetti che non hanno disturbi.

ATTENDIBILITA' E VALIDITA DEL TEST
Per dimostrare l'attendibilità e la validità di questo test, sono stati condotti vari studi sperimentali che prevedevano la somministrazione del test su un campione di bambini, adolescenti e adulti degli Stati Uniti D'America. Da quanto è emerso da queste ricerche il test " Draw a Story " sembrerebbe essere valido e attendibile. I risultati suggeriscono una relazione tra malattia depressiva e risposte fortemente negative e, sebbene la negatività non è necessariamente un indicatore della depressione e, al contrario, risposte positive non possono escludere completamente questo disturbo, sicuramente i soggetti che ottengono un punteggio pari a 1, sono a rischio di depressione: follow-up successivi hanno permesso di riscontrare che davvero questi soggetti hanno poi sviluppato un disturbo depressivo.
Mentre i punteggi ottenuti dai bambini e degli adulti alla somministrazione del test sembrano essere abbastanza indicativi, di più difficile interpretazione sono quelli ottenuti dagli adolescenti; sembra infatti che il particolare stadio evolutivo influenzi le loro risposte.


PM - HOME PAGE ITALIANA TESI