PM --> HOME PAGE ITALIANA --> AREE PMTR --> NOVITÁ --> ALTRI CONGRESSI

PSYCHOMEDIA
CONGRESSI E SEMINARI

OPIFER /AAPDP

Sestri Levante, 6-7 Ottobre 2007

Joint Meeting
Strategie della psicoterapia dinamica
Strategies in Psychodynamic Psychotherapies

Hotel Villa Balbi



Saturday 6th
Sabato 6

9.30 OPIFER President's Welcome
9.30 Benvenuto del Presidente di OPIFER

1st Session
Strategies in Psychodynamic Psychotherapies: depression, neurosis and psychosis
1ªSessione
Strategie della Psicoterapia Dinamica: depressione, nevrosi, psicosi

9.45
Eric Plakun: Suicide, Transference and the Defeating Process in Work With Treatment Resistant Patients
Suicidio, transfert e processo di fallimento nel lavoro con i pazienti che resistono al trattamento

10.25
Tamara Landau: Comment affronter l'enclave, ou le noyau autistique originaire, dans les névroses et les perversions
How to face the enclave, or the primal autistic nucleus, in neurosis and perversion/Come affrontare l'enclave, o il nucleo autistico originario, nelle nevrosi e nelle perversioni

10.45
Pietro Andujar: Free thinking: la psy-chose prochaine. Ovvero il libero pensiero e la follia vicina di casa
Free thinking : next door to psychosis

11.15 11.35
Coffee break

11.45
Richard Brockman: The fifth sense ­ touch in psychodynamic therapy
Il quinto senso, il tatto, nella terapia psicodinamica

12.15 ­ 13.00
Discussion/ Discussione


2nd Session: Children Psychotherapy:
2ªSessione: Psicoterapia dei bambini:

15.00
Catherine Fava-Dauvergne: Un phallique-ment incorrecte
Fallica-mente scorretto/Phallically unfitting

15.15
Patrizia Crippa: La dislessia fantasma
Fantasy dyslexia

15.30
Mina De Tuglie: Il caso di A. e la fobia della scuola. Esperienza di intervento dinamico integrato
The case of A. and his school phobia. An experience of dynamically integrated work.


3rd Session: Techniques
:
3ª Sessione: Tecniche:

15.45
Luciana Ceriani: I sintomi sommersi
Submerged Symptoms

16.00
Tommaso Farma: C'è qualcosa da fare direttamente oltre che interpretare?
Can we do something directly, beyond interpretation?

16.15 ­ 17.00
Discussion
Discussione

17.00- 17.15 Coffee Break

17.15
Carlo Filiaci: From the Individual to Family Therapy: How to Develop a Systemic View
Dalla terapia individuale alla terapia familiare:come sviluppare un punto di vista sistemico

17.45
Romano Biancoli: Analisi "del" e analisi "nel" qui e ora in un caso di paziente isterica
Analysis "of" and analysis "in" the here and now: a case of hysteria

18.05 _ 18.30
Discussion
Discussione

20.30 Night Dinner


Sunday 7th
Domenica 7

4th Session: Field Studies:
4ª Sessione: Ricerche sul campo:

9.30
Roberto De Ponte Conti and Sandra Caverni: Consapevolezza e processo di avanzamento terapeutico
Awareness and the process of therapeutic advance

10.00
Emilio Fava: Sistemi diagnostici e personalizzazione dei trattamenti
Diagnostic Systems and personalization of treatments

10.15
Lucia La Torre: Lineamenti diagnostici per la formulazione di un caso clinico nell'ottica psicoanalitica intersoggettiva
Diagnostic outlines for the formulation of a clinical case within the psychoanalytic inter-subjective view

10.30
Ioannis Giannopoulos: Trattamento col metodo IBA con pazienti borderline
IBA treatment with borderline patients

10.45- 11.15
Discussion
Discussione

11.15 ­ 11.30
Coffee Break

11.30 -13.00
Round Table with the speakers about strategies effects and reciprocal inputs
Tavola Rotonda con i relatori sull'efficacia delle strategie e sui contributi reciproci

La partecipazione al meeting è gratuita e c'è una convention con l'Hotel Villa Balbi (dove si svolge il meeting) per chi volesse prenotare una stanza a un prezzo convenzionato per il convegno di OPIFER.
E' un evento importante nel quale si incontreranno per la prima volta psicoanalisti e psicoterapeuti Italiani, Francesi e Americani per uno scambio libero e un confronto sulle staregie psicoterapiche.
A coloro che parteciperanno, previa indicazione da inviare a questo indirizzo di posta elettronica, potranno essere forniti i testi integrali del convegno nelle rispettive lingue riginali e/o in traduzione adeguata e corretta




Abstracts

Pietro Andujar
Free thinking: la psy-chose prochaine. Ovvero il libero pensiero e la follia vicina di casa
Proporrei un'affermazione generale sulla legittimità psicoanalitica delle strategie applicando le quali l'analista come libero pensatore partecipa ai percorsi del paziente. L'intento è quello di mostrare che ogni presunta trasgressione dal setting canonico, ogni invenzione strategica, ogni integrazione della terapia debbano corrispondere a una valutazione psicodinamica precisa dei movimenti del caso: le strategie hanno sempre lo scopo di seguire gli stadi di temporalità ed evoluzione molteplice del caso clinico. Tratto come esemplificazioni casi di disturbi della personalità gravi, con forti patologie narcisistiche e casi di psicosi.

Pietro Andujar
Free thinking : next door to psychosis
I would suggest a general statement on the psychoanalytic justifiability of strategies which the analyst can apply as a freethinker who's taking part in the patient's pathways. My aim is to demonstrate that any supposed way of disobeying the canonical setting, any strategic invention, any integration of therapy must correspond to a definite psychodynamic evaluation of the patient's development: strategies have always the purpose of following the stages of temporality and multiple evolution of the clinical case. I give some illustrative examples of cases of severe personality disorders with strong narcissistic pathology and cases of psychosis.

Romano Biancoli
Analisi "del" e analisi "nel" qui e ora in un caso di paziente isterica.
Viene esposto il caso clinico di una paziente isterica. Il lavoro analitico, cercando di ricondurre al qui e ora della seduta i fatti e i vissuti della vita dell'analizzanda e lavorando sui suoi sogni, via via individua dietro le cortine nevrotiche tratti istrionici borderline e meccanismi dissociativi. Il discorso sull'analizzanda è anche il discorso sull'analista, in un'ottica relazionale della clinica, specialmente nei momenti in cui la simbologia edipica, come fosse solo mimata, cede all'emergere di contenuti e simboli arcaici orali e persecutori. La distinzione tra analisi "del" e analisi "nel" qui e ora vale per entrambi i membri della coppia analitica.

Romano Biancoli
Analysis "of" and analysis "in" the here and now: a case of hysteria.
This is the case of an hysterical woman. The analytical work detects histrionic, borderline and dissociative traits behind neurotic veils, by trying to bring the facts and the feelings of the analyzand's life in the here and now of the session, and by working on her dreams. The question of the analyzand is at the same time the question of the analyst, following a relational point of view, particularly when the camouflage of oedipal symbology gives place to archaic oral and persecutory symbols and contents. The distinction between the analysis "of" and analysis "in" the here and now applies to both members of the analytic pair.

Richard Brockman
Il quinto senso, il tatto, nella terapia psicodinamica
Richard Brockman illustra l'andamento di un trattamento difficile in cui la paziente mantiene una grande distanza dall'analista. Con una precisa disquisizione sugli elementi transferali Brockman giunge a considerazioni sul trattamento che tengono conto, oltre che della teoria dell'attaccamento, delle più attuali considerazioni sulla memoria "… Così il cambiamento diviene possibile non semplicemente con le interpretazioni che si indirizzano alla memoria esplicita, ma con interazioni affettivamente reali che si indirizzano alla memoria implicita".
Richard Brockman
The fifth sense ­ touch in psychodynamic therapy
Richard Brockman illustrates the path of a difficult treatment with a patient who keeps the analyst at a great distance. Thanks to a very careful examination of transferential factors, Brockman makes some remarks about the treatment which take account both of attachment theories and the most current knowledge of memory: "…And thus change becomes possible not just with interpretations that address explicit memory but with affectively real interactions that address implicit memory".

Luciana Ceriani
I sintomi sommersi
Un uomo di 29 anni in trattamento analitico da circa un anno mi viene inviato dal suo analista
per un lavoro di supporto svolto con la tecnica del colore Il quadro è quello di una nevrosi ossessiva . Dall'osservazione di come il paziente lavora i vari colori fondamentali è stato possibile risalire ad una sintomatologia squisitamente organica non rilevata dal lavoro verbale: attacchi di
ipertermia e una paradontosi di notevole entità. Il paziente ha potuto raccontare dipingendo cose di cui si vergognava e che riteneva di scarsa rilevanza ai fini dell'analisi. La paradontosi si è risolta in pochi mesi e in seguito anche gli attacchi di ipertermia sono diminuiti di intensità fino alla totale remissione.

Luciana Ceriani
Submerged symptoms
A 29-year old man who was in analysis with a colleague was referred to me for support work based on the colour technique. The clinical picture was obsessional. By observing how the patient worked with the basic colours it was possible to uncover a typically organic simptomatology which hadn't been noticed in the former verbal work: hyperthermic attacks and a serious paradontosis. Through painting, the patient was able to tell things he was ashamed about and things he supposed to be meaningless in analysis. In a few months his paradontosis disappeared and also the hyperthermic attacks decreased in intensity and finally disappeared.

Patrizia Crippa
La dislessia fantasma
Matilde è una bambina di sei anni che ha un disturbo di dislessia. La madre porta la bambina dalla dottoressa Crippa con una richiesta pedagogica che verrà soddisfatta nel giro di pochi mesi. La pseudo insegnante adotta delle linee strategiche: 1."Mamma non saprà mai cosa accade fra me e Matilde nel nostro studio. Secondo lei la bambina viene dall'insegnante a fare i compiti" 2. la disintegrazione della diagnosi 3. il terapista diviene la vittima designata 4. costruire una riparazione

Patrizia Crippa
Fantasy Dyslexia
Matilde is a 6-tear-old girl suffering from dyslexia. Her mother brings Matilde to Mrs. Crippa asking her for the working out of a pedagogic problem, which will be eventually resolved. The pseudo-teacher takes the line of some strategies: 1. "Mummy will never know what happens in my consulting room between Matilde and me. In her opinion her baby goes to the teacher's to do her homework", 2. the disintegration of the diagnosis 3. the therapist becomes the designated victim 4. building reparation


R. De Ponte Conti e S. Caverni
Consapevolezza e processo di avanzamento terapeutico
Il lavoro che viene presentato riguarda l'analisi di una psicoterapia di una paziente affetta da obesità psicogena da iperalimentazione con una struttura borderline di personalità.
Sui trascritti verbatim delle prime 28 sedute è stata effettuata una ricerca di processo con il metodo TCM (Therapeuthic Cycle Model di Mergenthaler) e con il metodo dell'analisi delle metafore di M. Casonato.
A livello di ricerca clinica vengono poi presentate le analisi di micro-unità e analizzati i diversi livelli di comunicazione tra paziente e terapeuta, concentrando l'analisi sui pattern ricorrenti di interazione nell'accezione di E. Levenson.. L'analisi di tali pattern consente poi di approfondire le modalità interpersonali della diade terapeutica e di evidenziarne l'evoluzione e il cambiamento con particolare riferimento alle strategie terapeutiche.

R. De Ponte Conti and S. Caverni
Awareness and the process of therapeutic advance
This paper attempts to analyse a patient affected by a psychogenic obesity with a borderline structure of personality. We carried out a research on the verbal transcription of the first 28 sessions using the TCM (Therapeuthic Cycle Model of Mergenthaler) and M.Casonato's analysis of metaphors. From a clinical point of view we analyse some micro-units of sessions and the different levels of communication between the patient and the therapist by focusing our analysis on the recurring patterns of interaction described by E. Levenson. The analysis of these patterns allows to deepen the interpersonal exchanges of the therapeutic dyad and to show their evolution and change, with particular reference to therapeutic strategies.

Mina De Tuglie
Il caso di A. e la fobia della scuola. Esperienza di intervento dinamico integrato.
Storia di un bambino di 9 anni che non riesce/vuole andare a scuola. In scena: A., il protagonista, la famiglia, la terapeuta, la scuola, la neuro psichiatra, il farmaco?, un educatore che gioca il ruolo di Ronaldino.
Alcune questioni: i legami familiari, l'assenza di riferimenti normativi all'ideale, il tramonto del sistema educativo della colpa e il bambino "innocentizzato".

Mina De Tuglie
The case of A. and his school phobia. An experience of dynamically integrated work.
This is the story of a 9-year old boy who can't/doesn't want to go to school. On stage: A, the main character, his family, his therapist, the school, the child psychiatrist, medicine?, an educator who plays the role of Ronaldino.
Some questions: the family ties, the absence of ideal prescriptive references, the decline of the educational system linked with guilt, and the "presumedly innocent" child.


Tommaso Farma
C'è qualcosa da fare direttamente oltre che interpretare?
Nel corso delle comunicazione si presenterà la lettura di un applicazione dell'EMDR nella rielaborazione di un sogno portato in seduta da una paziente affetta da disturbi borderline di personalità. Emerso durante il trattamento psicodinamico. Verranno esposti inoltre il percorso
teorico che apre alla possibilità di inserire EMDR nella terapia ed i punti di contatto teorico tecnici tra terapia psicodinamica basata sull'esperienza emotivo correttiva e EMDR.

Tommaso Farma:
Can we do something directly, beyond interpretation?
This paper is about the use of the EMDR technique (memory therapy) which was applied during a session of the psychodynamic treatment of a patient suffering from a borderline personality disorder in order to work through a dream. The paper will also be dealing with the theoretical possibility of using EMDR in therapy and the connection between psychodynamic therapy based on emotional corrective experience and EMDR.

Emilio Fava
Sistemi diagnostici e personalizzazione dei trattamenti
Il nostro progetto di ricerca è nato dall'esigenza di assegnare il trattamento più adeguato al paziente specifico con caratteristiche specifiche, esigenza che emerge anche dalla letteratura recente. Perciò è nostra intenzione segnalare fattori prognostici individualizzati, fin dalla diagnosi, che possano rivelarsi decisivi per un buon decorso del trattamento. Lo scopo della nostra ricerca è rispondere alla domanda: quale terapia per quale paziente? Gli studi che valutano l'efficacia dei trattamenti per specifiche categorie diagnostiche sono basati sull'assunzione che i pazienti con gli stessi sintomi possano essere considerati un gruppo omogeneo. Sebbene essi possano avere la stessa sintomatologia, non c'è evidenza che essi siano simili in altri fattori quali le caratteristiche biologiche, il funzionamento interpersonale, i tratti di personalità, gli eventi della vita, lo status sociale, gli atteggiamenti rispetto al trattamento.
Questi fattori sono importanti per il processo terapeutico e possono avere un grande impatto sull'esito del trattamento. In questo scritto presentiamo il Sistema OPD e alcuni risultati dei nostri studi.

Emilio Fava
Diagnostic Systems and personalization of treatments
Our research project was stimulated by the requirement to apply the most adequate treatment to a specific patient with specific characteristics, a requirement also emerging in the recent literature. Thus, our purpose is to find out individualized prognostic factors, starting from the diagnosis, that can turn out to be decisive for the good course of a specific treatment. The goal of our research is to answer the question: which therapy for which patient? Studies evaluating treatment effectiveness for specific diagnostic categories are based on the assumption that patients with the same symptoms can be considered a homogeneous group. Though they may have the same symptomatology, there is no evidence that they are similar in other factors, such as: biological characteristics, interpersonal functioning, personality traits, life events, social status, attitudes to the psychological treatment
These factors are important for the therapeutic process and they may have a great impact on the treatment outcome. In this paper we will present the OPD System and some results of our studies.

Catherine Fava Dauvergne
Un phallique-ment incorrecte/ Fallica-mente scorretto
Catherine Fava Dauvergne tratta della tematica della menzogna in un bambino che è in trattamento da tempo con lei. Ha utilizzato anche il disegno per relazionarsi al piccolo. Le è venuto in mente di approfondire il tema della menzogna col titolo "Un phallique-ment incorrecte" [Fallica-mente scorretto]. La psicoanalista e psichiatra infantile ha una vasta esperienza di espressioni artistiche e creative che hanno arricchito la sua formazione complessa.
Catherine Fava Dauvergne
Phallically unfitting
Catherine Fava Dauvergne deals with the theme of lying in a little child she has been treating for some time. She has also used drawing to keep in touch with him. It occurred to her to approach lying with the term "phallically wrong".
Catherine is a child psychiatrist and psychoanalyst with a wealth of experience of artistic expressions which have enhanced her many-sided training.

Carlo Filiaci
Dalla terapia individuale alla terapia familiare:come sviluppare un punto di vista sistemico
"Ben presto durante la mia formazione psichiatrica, mi sentii insoddisfatto della teorie e della pratica della psicoanalisi e della psicoterapia psicoanalitica, per molte ragioni che non starò a descrivere. Dico teoria e pratica perché credo che una buona teoria possa ispirare e dare forma alla pratica in ogni campo, nonostante molti sostengano il contrario. Ovviamente è un fenomeno circolare. La pratica cambia le teorie e le teorie modificate ispirano la pratica." Carlo Filiaci porta due chiari esempi clinici di necessità di integrazione pluralistica delle tecniche.

Carlo Filiaci
From the Individual to Family Therapy: How to Develop a Systemic View
Early in my psychiatric training, I became dissatisfied with the theories and practices of psychoanalysis and psychoanalytic psychotherapy, for many reasons that I shall not describe. I say theories and practices because I believe that a good theory can inform and shape the practice in any field, in spite of people saying the contrary. It is obviously a circular phenomenon. Practice change theories and the revised theories inform the practice". Carlo Filiaci gives us two clear clinical examples of the value of integration of several techniques.

Ioannis Giannopoulos
Trattamento col metodo IBA con pazienti borderline.
Si tratta della valutazione multidimensionale di un disturbo di personalità borderline trattato con l'IBA, il mio metodo personale, all'interno di una ricerca sul funzionamento e i risultati del mio metodo, che stiamo applicando ad alcuni miei casi videoregistrati, trattati alla clinica Universitaria di Milano, Affori.

Ioannis Giannopoulos
IBA treatment with borderline patients
My paper is about the multidimensional evaluation of borderline personality disorders treated with IBA, my personal method, as a part of a research about the working and the results of my system which we are applying to some of my videotaped cases in the University Hospital of Milan Affori.

Tamara Landau
Come affrontare l'enclave ossia il nucleo autistico nelle nevrosi e nelle perversioni
Tamara Landau lavora da molti anni con pazienti bulimici e con quei nevrotici gravi che ha definito "enclavé, come se fossero dei bambini mai nati. Qui illustra dei tratti significativi della clinica delle nevrosi e delle perversioni.

Tamara Landau
How to deal with the enclosure that is the autistic nucleus in neuroses and perversions
Tamara Landau has been working for many years with bulimic and severe neurotic and perverse patients she has called "enclavé" [enclosed], as if they were babies which were never born. Here Tamara shows some meaningful points in the clinical treatment of neurosis and perversion.

L.La Torre, A.Mastroianni
Lineamenti diagnostici per la formulazione di un caso clinico nell'ottica psicoanalitica intersoggettiva
Con i colleghi dell' IPP di Brescia è stato deciso di presentare una relazione che conterrà gli aspetti metodologici dell'intervento psicoterapeutico, secondo il modello intersoggettivo. Il presente contributo si situa nell'area storico-clinica dell'orientamento relazionale in psicoanalisi. Gli autori di questo orientamento definiscono la psicoanalisi essenzialmente come scienza della soggettività. Siccome la soggettività rimanda all'intersoggettività, ne consegue che il processo terapeutico non può che essere concepito all'interno di una "matrice relazionale" e che l'intersoggettività diventa la trama e l'ordito di ogni processo terapeutico.

L.La Torre, A.Mastroianni
Diagnostic outlines for the formulation of a clinical case within the psychoanalytic inter-subjective view
The author, together with her colleagues of IPP from Brescia, decided to write a paper dealing with the methodological aspects of the psychotherapeutic treatment, based on the inter-subjective model. This paper follows the relational approach in psychoanalysis.. The authors which follow this approach basically describe psychoanalysis as a science of subjectivity. And since subjectivity is connected to inter-subjectivity, we can conclude that a therapeutic process can only be viewed inside a "relational matrix", and that inter-subjectivity becomes both the texture and the warp of any therapeutic process.

Eric Plakun
Suicidio, transfert e processo di fallimento nel lavoro con i pazienti che resistono al trattamento

Questo è il paper di apertura del nostro meeting:"…ho deciso di mettere a fuoco le strategie relative al trattamento del gruppo di pazienti più difficile che io conosca, quelli che sono sia refrattari al trattamento che suicidali. Questo è il tipo di pazienti che noi trattiamo all'Austen Riggs ­ un gruppo con disturbi composti che generalmente comprendono un disturbo dell'umore refrattario al trattamento, un disturbo della personalità ­ in genere disturbi borderline della personalità, e spesso con storie infantili di abuso significativo, abbandono o deprivazione. E' un gruppo che non è riuscito a trarre beneficio dai tentativi ordinari di trattamento, in cui i comportamenti suicidali e autodistruttivi sono frequenti, un gruppo che costa in media 19 volte di più che un trattamento ai pazienti depressi più ricettivi al trattamento (Crown et al. 2002), e nel quale il rischio di mortalità può essere dell'ordine del 10%. Penso che sia per questo gruppo che il trattamento psicodinamico offra la migliore strategia".

Eric Plakun
Suicide, Transference and the Defeating Process in Work With Treatment Resistant Patients
This is the opening paper and the keynote address of our meeting: "…I decided to focus on strategies related to the treatment of the most difficult group of patients I know, those who are both treatment refractory and suicidal. These are the kinds of patients we treat at Austen Riggs—a group with multiple comorbid disorders usually including a treatment refractory mood disorder, a personality disorder—usually borderline personality disorder, and usually with early histories of significant abuse, neglect or deprivation. It is a group that has failed to benefit from usual treatment efforts, in which suicidal and self-destructive behaviors are frequent, a group that costs on average 19 times more to treat than more treatment responsive depressed patients (Crown et al. 2002), and in which the risk of mortality can be of the order of 10%. It is for this group that I think psychodynamic treatment offers the best treatment strategy".


PM --> HOME PAGE ITALIANA --> AREE PMTR --> NOVITÁ --> ALTRI CONGRESSI