PM --> HOME PAGE ITALIANA --> AREE PMTR --> NOVITÁ --> ALTRI CONGRESSI

PSYCHOMEDIA
CONGRESSI E SEMINARI

Fondazione “Pietro Polidori“

San Sepolcro (Toscana), 18-19 Marzo 2005

Seminario
Il cervello, i processi di controllo e la metacognizione



Due giorni di confronto e discussione cui parteciperanno docenti universitari internazionali per parlare di metacognizione, la capacità della mente di riflettere su se stessa e di controllarsi. L’iniziativa è organizzata dalla Fondazione “Pietro Polidori”, impegnata in attività di alta formazione e ricerca.

Il seminario si svolgerà venerdì 18 e sabato 19 marzo 2005 nella sala congressi dell’hotel Borgo Palace di San Sepolcro, in provincia di Arezzo, al confine tra Umbria e Toscana.

Gli studi moderni hanno illustrato come gran parte del successo nell’apprendimento non dipenda dalle abilità di base (quasi sempre sufficienti per ottimi traguardi nella gran parte degli studenti), ma dalle competenze metacognitive. Tali competenze, pur essendo ancorate a strutture ben precise del cervello, sono tuttavia insegnabili e modificabili. La sfida per la psicologia dell’apprendimento e gli educatori è quella di riconoscere meglio la natura della metacognizione e le vie attraverso cui costruire percorsi didattici metacognitivi.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO

Venerdì 18 Marzo 2005
Ore10 Sessione I - Le basi della metacognizione
Nel corso della sessione saranno illustrati gli aspetti fondamentali della metacognizione e i risultati recenti nel campo della ricerca di base. Verranno introdotti i temi del convegno e sarà presentato il caso delle funzioni di monitoraggio (sapere di sapere, stimare il grado di conoscenza e la capacità di apprendimento, saper monitorare la propria memoria)

Interventi: Cesare Cornoldi (Università di Padova) e Asher Koriat, (docente di psicologia all’Università di Haifa, Israele)

Ore 15.00 Sessione II - Lo sviluppo della metacognizione
La metacognizione riguarda strutture dell’individuo e quindi si sviluppa, in parte, in relazione ai processi di maturazione delle strutture intellettive e in maggior parte come frutto di esperienza individuale e relazionale. Alla metacognizione inerisce la rappresentazione che il bambino ha di sé nelle sue varie abilità e potenzialità, comprese quelle che riguardano il funzionamento della propria mente. La capacità introspettiva, l’intuizione relativa alla coscienza e la conoscenza di strategie, influiscono sulla costruzione del soggetto metacognitivo. A parità di età e di abilità di base, un bambino metacognitivo si dimostrerà maggiormente capace di apprendimento.

Interventi: Maria Tallandini (professore ordinario di Psicologia dello sviluppo all’Università di Trieste) “Il concetto di sé”; John Flavell (già professore di Psicologia alla Stanford University, Usa), “Development of knowledge about the mind”.


Sabato 19 Marzo
Ore 9.30
Sessione III - Il cervello, la coscienza e i processi esecutivi
Per quanto la metacognizione possa risultare dal processo di apprendimento, le neuroscienze ne hanno individuato elementi strutturali portanti. In particolare le strutture neurologiche associate alla coscienza e ai processi di controllo sembrano costituire il supporto per diverse attività metacognitive. Per esempio i processi esecutivi, tipicamente associati alla attivazione delle aree prefrontali del cervello, garantiscono alla mente la capacità di controllarsi, monitorarsi, pianificare le azioni.

Interventi: Riccardo Russo (Full professor of Psychology e Direttore del Dipartimento di Psicologia presso la Essex University, UK) “Lo studio dei processi di controllo”, Tim Shallice (professore all’Institute of Cognitive Neuroscience University presso University College London) “Cognitive and neuropsychological aspects of control processes and consciousness”


Ore 14.30 Sessione IV - Metacognizione e Apprendimento
L’attività metacognitiva pervade qualsiasi operazione della mente, dalla memoria, al pensiero, alla attenzione, alla percezione. Ma il campo più significativo della metacognizione è rappresentato dall’apprendimento attivo dello studente ove la capacità di riflettere e guidare l’attività della mente diventa critica. Lo sviluppo della metacognizione va di pari passo con l’acquisizione di padronanza di strategie efficaci di apprendimento. Questa sinergia appare possibile quando il quadro emotivo-motivazionale dello studente si integra in maniera coerente con le altre componenti metacognitive e si orienta verso una valorizzazione delle proprie risorse cognitive e un atteggiamento positivo verso l’apprendimento

Interventi: Wolfgang Schneider (Professor of Developmental and Educational Psychology at the Department of Psychology, Wuerzburg University, Germany) “Development of metacognition and learning”, Rossana De Beni (Università di Padova) “Lo stato delle nostre conoscenze sulla metacognizione: le implicazioni per l’apprendimento dello studente”.


GLI OSPITI

John Flavell
Professore emerito di psicologia presso la Stanford University California, USA (è andato in pensione due anni fa). Conosciuto soprattutto per il suo libro su Piaget e la sua ricerca sullo sviluppo di perspective-taking, metacognizione a e la teorie della mente. stato eletto alla National Academy of Sciences e ha ricevuto tre lauree onorifiche per il suo lavoro.

Riccardo Russo
Full professor of Psychology e direttore del Dipartimento di Psicologia presso la Essex University, UK. Ha svolto importanti lavori di metodologia, neuropsicologia, psicologia dei processi cognitivi. Si è occupato anche di psicologia applicata, ottenendo - fra i numerosi grant ricevuti - un particolare finanziamento dal governo inglese per lo studio degli effetti dell’uso dei telefoni cellulari.

Asher Koriat
professore emerito di psicologia all’Università di Haifa in Israele e direttore dell’Institute of Information Processing and Decision Making. La sua ricerca si focalizza sulla memoria e sulla metamemoria, cioè il monitoraggio metacognitivo e il controllo metacognitivo durante l’atto di imparare e di ricordare, la precisione e la distorsione della memoria, l’organizzazione e la trasformazione dell’informazione, e la memorie per l’azione.

Tim Shallice
Neuropsicologo, ha lavorato molto sui problemi legati alle persone con ferite sul lobo frontale, e sui paradigmi funzionali di immagine che attivano la corteccia prefrontale e anche sulle problematiche della memoria, della lettura e della scrittura. Ha collaborato con Don Norman, Paul Burgess and Rick Cooper allo sviluppo di un modello per rappresentare i tipi di reazioni di fronte a situazioni nuove. autore del libro “From Neuropsychology to
Mental Structure” (Cambridge, 1988: traduzione italiana: Il Mulino 1990). Attualmente è professore all’Institute of Cognitive Neuroscience University presso University College London e presso il Cognitive Neuroscience Sector SISSA Trieste.

Wolfgang Schneider
Professore di psicologia della crescita e psicologia educazionale presso il dipartimento di psicologia alla Wuerzburg University. La sua ricerca si focalizza sul sviluppo della cognizione e della metacognizione, e anche sulle modalità di insegnare e di imparare.

Maria Tallandini
professore ordinario di Psicologia dello sviluppo dell’Università di Trieste. I suoi studi hanno riguardato vari aspetti dello sviluppo del bambino, compreso il disegno e la formazione dell’Io. Ha sviluppato una specifica preparazione psicoanalitica collaborando a lungo con le più importanti cliniche londinesi del settore.

Il costo di iscrizione è di 80 euro e comprende la partecipazione al seminario, il kit congressuale, i breaks e ai brief lunches programmati nelle due giornate di seminario. Il seminario è gratuito per gli studenti che esibiranno all'ingresso il libretto o il certificato di iscrizione universitario.

Per informazioni e iscrizioni:
Segreteria organizzativa
tel. 0575.738244 - 0575.738288
fax. 0575.738283
e-mail: seminario@lebasidellapprendimento.it
www.lebasidellapprendimento.it

Ufficio Stampa:
Il Filo di Arianna
Agenzia di comunicazione e servizi editoriali
Tel. 075.505.58.07 cell. 335.14444.97/96
Fax 075.501.78.94
www.ilfilodiarianna.biz
info@ilfilodiarianna.biz


PM --> HOME PAGE ITALIANA --> AREE PMTR --> NOVITÁ --> ALTRI CONGRESSI